Posa Back

La buona riuscita di un intervento che prevede l’impiego di mattONE è legata soprattutto ad una corretta esecuzione delle operazioni di posa. Occorre pertanto osservare gli accorgimenti costruttivi che vengono segnalati utilizzando gli specifici prodotti accessori e i relativi attrezzi.

Preparazione del collante di posa:
Malta Collante mattONE deve essere miscelato in modo omogeneo all’acqua d’impasto, secondo i dosaggi indicati sul sacco, con idoneo frullino fino ad ottenere una plasticità ottimale.

Posa del primo corso:
Partendo dalla fondazione, che deve essere adeguatamente isolata per evitare la risalita dell’umidita, si stende uno strato di Malta Ancorante o malta bastarda, sul quale si posa il primo corso di blocchi mattONE, avendo cura di garantire la massima planarità, sia in senso longitudinale sia trasversale.

Allineamento, livellamento, accostamento:
Utilizzando la cazzuola dentata, si stende la Malta Collante mattONE per la formazione dei giunti orizzontali e verticali. Lo spessore dei giunti risulta di circa 1-1,5 mm grazie alla dentatura della cazzuola che regola la stesura del collante. Per avere un idoneo ammorsamento, i corsi devono essere sfalsati di una distanza variabile fra 1/3 e 1/2 della lunghezza dei blocchi. Durante la posa è opportuno regolare la planarità dei corsi utilizzando il martello di gomma per il livellamento dei blocchi, ed eliminando le eventuali asperità o dislivelli superficiali con la pialla dentata.

Contatti con la struttura in c.a.:
Realizzare il contatto tra parete in blocchi mattONE ed elementi strutturali (pilastri e travi) interponendo tra parete e telaio in c.a. Malta Ancorante in spessore come previsto dalle istruzioni di posa indicate sul sacco.

Alloggiamento impianti:
L’installazione degli impianti elettrici ed idraulici viene facilitata dalla possibilità di ricavare nella parete, mediante scanalatori elettrici o manuali, alloggiamenti di dimensione idonea, riducendo al minimo i tempi di assistenza muraria. Con apposite frese si ricavano agevolmente le sedi per gli interruttori e le prese elettriche. E' consigliabile il ripristino delle tracce con Malta Ancorante (si eviteranno fessure dovute al ritiro). Nel ripristino degli scassi di ampia dimensione, occorre prevedere la protezione superficiale con reti in fibra. Molto semplificato risulta anche il montaggio dei controtelai di porte e finestre. Questi vengono fissati direttamente, con idonei tasselli e relative viti, alle pareti senza necessità di realizzazione di zanche ed utilizzo di CLS cementizio.
Eventuali carichi (quali arredi, sanitari, impianti, ecc..), applicati alle pareti interne ed esterne, possono essere agevolmente fissati con appositi tasselli (vedere capitolo Fissaggi), corredati dalle relative viti metalliche.

Finiture e intonaco:
Dopo aver pulito la superficie da intonacare con una scopa di saggina per rimuovere polvere ed eventuali residui di collante, procedere all’applicazione dell’intonaco specifico per Calcestruzzo Cellulare e conseguente rasante.


SCARICA Il FLYER POSA.